Menu

Le bellezze dietro l’angolo: Italia

Le bellezze dietro l’angolo: Italia

Roma con la storia architettonica e culturale di oltre tremila anni, Firenze con i capolavori del Rinascimento, Venezia, la città dei canali. E ancora, Milano, Napoli e Palermo. In Italia, le città d’arte sono infinite, non a caso è anche detta il Bel Paese. Ma ci sono anche altri luoghi, meno noti, altrettanto affascinanti. E spesso sono vicino a noi. Sono le #BellezzeDietroLAngolo, protagoniste del nuovo viaggio che noi vogliamo proporvi.

Dopo i consigli che vi abbiamo dato noi di Rimor è arrivato il momento per i nostri concessionari di mostrarvi le #BellezzeDietroLAngolo dell’Italia.

[ All’interno del testo, fai clic sui nomi delle attrazioni in grassetto per saperne di più ]

PIEMONTE

EVO CAMPER | Novi Ligure (ALESSANDRIA)

Gavi e il suo Forte

Nella regione dei vini rossi per eccellenza, nella terra che dalla pianura del Po si arrampica sull’Appennino Ligure, nasce l’antico vitigno Cortese dal quale si ricava il grande bianco piemontese, il Gavi, che prende il nome dalla città omonima. I dintorni di Gavi sono costellati da borghi medioevali, ciascuno con la propria rocca fortificata o castello signorile, che si alternano a vigne e boschi. Data la sua strategica posizione di confine, la fortezza di Gavi è stata un importante avamposto difensivo fin dal Medioevo.

Acqui Terme

Incastonata tra i vigneti dell’Alto Monferrato, Acqui Terme è un’affascinante località termale fondata nel II secolo a.C. dai Romani, come testimoniano gli imponenti resti dell’acquedotto romano. Le prime citazioni scritte risalgono agli storici romani Plinio il Vecchio e Strabone. Il simbolo della città è La Bollente, una fontana dalla quale sgorga acqua curativa alla temperatura di 74.5°C, emblema della sua antica storia come stazione termale.

GROSSO VACANZE | Genola (CUNEO)

Langhe

Nel 2014 i paesaggi collinari di Langhe e Roero sono entrati a far parte del patrimonio mondiale dell’Unesco. A cavallo delle province di Cuneo e di Asti, le Langhe sono costituite da dolci colline, vigneti e una cultura enogastronomica straordinaria. Patria dei vini d’eccellenza Barolo, Nebbiolo e Barbaresco, questi luoghi sono meta di un vero e proprio pellegrinaggio che raggiunge l’apice in autunno, quando la natura offre il meglio dei suoi pregiati frutti, primo fra tutti il tartufo bianco d’Alba.

Santuario di Vicoforte

La cupola del Santuario di Vicoforte è la più grande al mondo tra quelle di forma ellittica ed è la quinta, per dimensioni, dopo San Pietro in Vaticano, il Pantheon di Roma, la Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze e la cupola del Gol Gumbaz in India. È possibile indossare elmetto ed imbrago per salire di 60 metri fino alla sua sommità, per ammirare da vicino i suoi maestosi affreschi.

LOMBARDIA

CAMPER ASSANDRI | Marmirolo (MANTOVA)

San Benedetto Po’

A San Benedetto Po’ sorge uno dei più grandi complessi monastici d’Europa, noto come complesso Polironiano. Nato nel 1007 per volontà di Tedaldo di Canossa, divenne un importante centro di spiritualità e di arte. Oltre mille anni di storia sono sedimentati nelle sue strutture tra mosaici, affreschi e reperti archeologici.

Castellaro Lagusello

Castellaro Lagusello è un suggestivo borgo fortificato, in prossimità di un piccolo lago a forma di cuore dominato da un castello risalente al 1100, da cui il nome. A poca distanza dal Borgo si trova il sito palafitticolo di Fondo Tacoli, dal 2011 inserito tra i siti Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

HAPPY CAR | Castiglione Olona (VARESE)

Castiglione Olona

L’antico borgo quattrocentesco di Castiglione Olona venne denominato “Isola di Toscana in Lombardia” da Gabriele D’Annunzio, che ne scrisse: “Mi ricordo del piacere ch’ebbi a Castiglione Olona, entrando nel Battistero e trovandomi immerso nella pittura di Masolino come in una fresca prateria toscana fiorita di fiori gialletti e rossetti”.

Santa Caterina Del Sasso

Abbarbicato su uno strapiombo di parete rocciosa a picco sul lago, l’Eremo di Santa Caterina del Sasso è senza dubbi uno tra gli scenari più suggestivi del Lago Maggiore. L’Eremo fu fondato da un ricco mercante, tale Alberto Besozzi. Ritrovatosi in mezzo a un naufragio il Besozzi si affidò a Santa Caterina d’Alessandria, facendo voto di penitenza qualora si fosse salvato. Il mercante si salvò aggrappandosi a delle rocce e lì si ritirò, come promesso, a fare l’eremita: in quel luogo ora sorge l’Eremo.

GIGI CARAVANS | Caponago (MONZA E BRIANZA)

Villa Reale di Monza

La Villa Reale di Monza, situata in uno splendido parco secolare, costituisce uno degli esempi più completi del Neoclassicismo in Italia. Fu costruita nel 1777 per ospitare l’arciduca Ferdinando d’Asburgo, Governatore Generale della Lombardia austriaca, i suoi giardini, la cui superficie è di circa 40 ettari, costituiscono un patrimonio di inestimabile valore paesaggistico, storico e architettonico.

Rossini Art Site

Rossini Art Site è sia un museo a cielo aperto che un luogo dove rilassarsi, in un parco di dieci ettari nel cuore della Valle del Lambro. Qui, l’imprenditore e mecenate Alberto Rossini ha deciso di mettere a disposizione di tutti la sua collezione d’arte. Il percorso museale è dedicato alla scultura astratta con le firme più importanti del nostro secolo: Consagra, Cascella, Pomodoro, Melotti, Munari, Varisco, oltre a tutti gli artisti del Nouveau Realisme.

PETALI CAMPER | Chiari (BRESCIA)

Monte Isola

Monte Isola è l’isola più alta dei laghi europei, una montagna verde al centro del lago d’Iseo che nell’antichità era completamente boscosa e possedeva un tempio pagano sulla cima. È stata inoltre attestata la presenza di ville d’epoca romana.

Piramidi di Zone

Le piramidi di Zone, strutture imponenti alte fino a 30 metri chiamate localmente “fate di pietra”, sono costituite da materiale accumulato da un grande ghiacciaio che di qui passava circa 150.000 anni fa. Il “corpo” delle piramidi è stato protetto dall’erosione grazie a un “cappello” di materiale più massiccio.

VENETO

CREMA SPORT | Padova (PADOVA)

Arquà Petrarca

Arquà Petrarca, meraviglioso borgo che ha mantenuto in gran parte intatto il suo aspetto trecentesco, deve il suo nome ad “Arquata montium”, che significa “Chiostro dei Monti” e al poeta Francesco Petrarca, che vi trascorse gli ultimi anni della sua vita. Il borgo ha origini molto antiche, lo dimostrano i ritrovamenti (dell’Ottocento) di una stazione preistorica risalente all’età del bronzo nei dintorni del Laghetto della Costa.

Montagnana

Montagnana è una stupenda città murata che conserva ancora integra la sua cinta muraria medievale lunga 2 chilometri, una delle fortificazioni meglio conservate al mondo. Furono i Carraresi che alla metà del Trecento, con l’intento di rafforzare le difese contro i vicini Scaligeri di Verona, avviarono la nuova cinta muraria, dotata di ben 24 torri alte circa 18 metri, che racchiudeva un’area di circa 24 ettari.

NUOVA MARIL | San Pietro Di Legnago (VERONA)

Borghetto sul Mincio

Borghetto sul Mincio ha saputo conservare inalterato il suo spettacolare aspetto medievale di stazione fortificata sul fiume, il cui ponte è stato attraversato nel corso dei secoli da grandi eserciti come l’armata francese di Napoleone nel 1796, o le truppe piemontesi durante la Seconda Guerra d’Indipendenza nel 1859. Dalle sue alte mura godrete di una meravigliosa vista sull’intera zona sottostante.

Castello di Soave

Il Castello di Soave sorge su una collina che domina la pianura circostante. Le prime testimonianze del castello risalgono a Federico I Barbarossa, anche se studi archeologici hanno ipotizzato una prima fortificazione già in età romana. L’omonimo vino è il bianco fermo più famoso del Veneto, la zona di Soave, infatti, grazie al particolare suolo e al clima mite è famosa per i vini fin dai tempi dei Romani.

FRIULI-VENEZIA GIULIA

SOIMEX | Villesse (GORIZIA)

Grotta Gigante

La Grotta Gigante è la grotta turistica contenente la sala naturale più grande al mondo, tanto da essere stata inserita nel Guinness dei Primati nel 1995. La sua formazione risale a 20-40 milioni di anni fa, ed è l’unica di queste dimensioni a poter essere visitata senza la necessità di attrezzature specifiche e una formazione speleologica. Rinvenimenti archeologici testimoniano la saltuaria frequentazione umana a partire dal Neolitico.

Aquileia e Palmanova

Aquileia, denominata “la seconda Roma”, fra le più grandi città dell’Impero Romano e fra i più importanti antichi porti dell’Adriatico, da oltre un secolo restituisce i suoi tesori: i sontuosi monumenti dell’urbe imperiale, gli splendidi mosaici della Basilica, degli oratori interrati e delle ricchissime domus.

Palmanova, la città-fortezza a forma di stella a 9 punte costruita nel 1593 dalla Repubblica di Venezia, con le sue porte monumentali d’ingresso e le tre cerchie di fortificazioni del XVI, XVII e XIX secolo, è al tempo stesso un modello di città ideale rinascimentale e un esempio di architettura militare.

EMILIA ROMAGNA

DALL’AGLIO CARAVAN | Lemigliano Di Collecchio (PARMA)

Langhirano e il Castello di Torrechiara

Storica capitale del Prosciutto di Parma, Langhirano è circondato dai caratteristici fabbricati nei quali i prosciutti stagionano e ‘respirano’ l’aria della Val Parma, le cui condizioni climatiche uniche e le sorgenti saline rendono ancor più preziosa la maturazione.

Il Castello di Torrechiara, considerato uno dei più notevoli, scenografici e meglio conservati castelli d’Italia, fu fatto costruire fra il 1448 ed il 1460 da Pier Maria Rossi, quale inespugnabile fortilizio militare, ma anche come nido d’amore.

La Rocca Sanvitale di Fontanellato e il Labirinto della Masone

L’incantevole Rocca Sanvitale di Fontanellato, che sorge nel centro del paese, circondata da un ampio fossato di acqua, racchiude uno dei capolavori del manierismo: la saletta affrescata da Francesco Mazzola detto il Parmigianino.

Il Labirinto della Masone è il più grande labirinto esistente, è stato realizzato dall’artista Franco Maria Ricci e si snoda in percorsi di tre chilometri, realizzati utilizzando circa 200mila piante di bambù, di 20 specie differenti, da quelle nane alle giganti, la cui altezza spazia dai 30 centimetri ai 15 metri.

SAFE CAMPER | Anzola dell’Emilia (BOLOGNA)

Dozza

Il Borgo Medievale di Dozza è una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto, con oltre un centinaio di opere realizzate da nomi prestigiosi dell’arte contemporanea. Tutto ebbe inizio con la Biennale del Muro Dipinto che dagli anni ’60 ha trasformato le case di Dozza in tante opere d’arte.

La Rocchetta Mattei

Costruito su uno sperone roccioso, il castello definito “Rocchetta Mattei” deve il suo nome al conte Cesare Mattei (1809-1896) che lo fece edificare sulle rovine di un’antica costruzione risalente all’XIII secolo. Si tratta di una costruzione bizzarra e fiabesca, somma di vari stili: vi prevale quello moresco, copiato dall’Alhambra di Granada e dalla moschea-cattedrale di Cordoba.

TOSCANA

PIONIERI VILLAGE | Massa e Cozzile (PISTOIA)

Collodi e il Parco di Pinocchio

Borgo medievale documentato fin dal XII secolo, Collodi è legato al nome di Carlo Lorenzini, padre del più famoso dei burattini, Pinocchio. Lo scrittore fiorentino, la cui madre era originaria del paese, vi trascorse parte dell’infanzia e ne assunse il nome, firmandosi Carlo Collodi. Il borgo è caratterizzato dall’antica rocca e dall’aristocratica Villa Garzoni con il suo bellissimo giardino.

Il Parco di Pinocchio più che un parco tematico è un vero e proprio museo all’aperto, nel quale si rivivono le avventure del famoso burattino in un percorso immerso nel verde della macchia mediterranea e nelle opere d’arte di alcuni dei maggiori scultori e artisti del Novecento quali Emilio Greco, Pietro Consagra, Venturino Venturi, Marco Zanuso.

Grotta Giusti

La millenaria Grotta Giusti si si estende per oltre duecento metri nel sottosuolo, creando labirinti sotterranei, decorati da stalattiti e stalagmiti. È la terza grotta più grande d’Europa, e talmente bella che il maestro Giuseppe Verdi la definì “l’ottava meraviglia del mondo”. Oltre alla sua bellezza, quello che rende la grotta un’attrazione imperdibile sono anche le tre caverne che costituiscono un vero e proprio bagno turco naturale – andando dai 24 °C del Paradiso ai 34 °C dell’Inferno, passando per il Purgatorio. I vapori caldo-umidi, ricchi di sali minerali, favoriscono un processo depurativo e detossinante.

UMBRIA

PERUGIA CARAVAN | Taverne di Corciano (PERUGIA)

Rasiglia

La piccola Venezia dell’Umbria, il borgo di Rasiglia nasce intorno alla sorgente di Capovena che insieme alle altre due sorgenti Alzabove e Venarella contribuisce a dar forma a questo spettacolo della natura dove alle casette in pietra si alternano ponticelli in legno, mulini e specchi d’acqua formati da ruscelli e cascate.

Il borgo abbandonato di Salci

Il suggestivo borgo-castello di Salci sorge in cima ad una collinetta che si trova al confine tra Umbria, Toscana e Lazio. Questo borgo, che in epoca medievale godeva delle doti feudali, avendo quindi una sua prigione, una guarnigione autonoma e potendo imporre pedaggi e tributi, dopo secoli di splendore è stato abbandonato dai suoi ultimi abitanti negli anni ’80.

LAZIO

CENTRO CARAVAN COSTANTINI | ROMA

Nemi

Delizioso borgo medievale adagiato sull’orlo del cratere del piccolo lago vulcanico su cui si affaccia, Nemi è famoso ad oggi soprattutto per le gustose fragoline. La sua storia, tuttavia, è antica ed importante: già considerato luogo sacro dalla Lega Latina per il Tempio di Diana Nemorense che vi sorgeva; in seguito, anche i Romani lo predilessero e Caligola fece costruire qui due grandi navi che usava come galleggianti saloni da ricevimento.

Villa Gregoriana di Tivoli

A pochi passi da Roma, sorge a Tivoli il Parco Villa Gregoriana, voluto da Papa Gregorio XVI a metà Ottocento e meta nei secoli di viaggiatori, artisti, re e imperatori. Una delle più romantiche passeggiate al mondo, tra boschi, sentieri, cascate, grotte e vegetazione che si estende ai piedi dell’antica acropoli.

CAMPANIA

CENTRO CARAVAN ROMANIELLO | Casagiove (CASERTA)

Anfiteatro Campano di Capua

L’Anfiteatro campano di Capua è il secondo più grande d’Italia dopo il Colosseo, a cui si ipotizza abbia fatto da modello come primo anfiteatro romano mai costruito. Questa monumentale opera di architettura antica è stata sede della prima e più rinomata scuola per Gladiatori, da cui Spartaco guidò nel 73 a.C. la sua celebre rivolta, che per due anni bloccò la città di Roma.

Sant’Agata Dé Goti

Poggiato su una terrazza di tufo tra due corsi d’acqua, Sant’Agata Dé Goti sembra sospeso sulla roccia. Il suo borgo è ricco di splendidi monumenti: il Castello Longobardo, il magnifico Duomo dell’Assunta e l’Acquedotto Carolino del Vanvitelli, il progettatore della Reggia di Caserta.

CALABRIA

COSENZA CAMPER CARAVAN | Mangone (COSENZA)

Pentedattilo

Piccolo borgo fondato nel 640 a.C. da coloni Greci, incastonato tra le montagne aspromontane della costa jonica, Pentedattilo prende il nome dalla forma della rocca su cui giace, simile a una gigante mano di pietra (penta e daktylos cioè cinque dita). Purtroppo, il terremoto del 1783 e le successive scosse, assieme alle storie di fantasmi che ancora oggi circolano su questo luogo, hanno contribuito al suo abbandono.

Scilla

Le origini di Scilla sono antichissime, da sempre al centro di miti e leggende, è stata la musa ispiratrice di artisti e poeti di tutti i tempi. Le sue piccole case bianche ammassate sul promontorio a picco sul mare cristallino, confondendosi con le rocce della costa creano infatti un paesaggio fiabesco.

PUGLIA

SAP TEMPOLIBERO | Ruffano (LECCE)

Santa Maria al Bagno

La località di Santa Maria al Bagno è stata abitata fin dai tempi più remoti, come testimonia il ritrovamento di numerosi reperti archeologici di epoca preistorica. Il paesino nasce come porto commerciale, potendo garantire rifugio alle navi nei momenti di burrasca. Nel 1982 è stato scoperto il relitto di una nave risalente al III secolo a.C. con un carico di anfore greco-italiche. La Torre del Fiume, antico sistema difensivo di cui oggi sono visibili solo i quattro torrioni, era a difesa dell’abitato e della sorgente, un posto prezioso per gli abitanti e molto ricercato dai pirati per approvvigionarsi di acqua.

Porto Selvaggio

La baia di Porto Selvaggio, che dà il nome all’intero parco, comprende 432 ettari di costa, di cui 268 di pineta. Il mare cristallino è caratterizzato da una corrente di acqua dolce fredda che attraversa la baia. Nella Grotta Cavallo sono stati rinvenuti dei reperti risalenti all’uomo di Neanderthal.

SARDEGNA

CHELU | Quartu Sant’Elena (CAGLIARI)

Capo Malfatano

Sovrastata da una torre spagnola, la spiaggia di Capo Malfatano, tra le più belle del sud dell’Isola, si contraddistingue per il grande impatto scenografico, i fondali limpidi e bassi, con un’acqua di una tonalità tra il verde smeraldo e il turchese. Dall’alto del suo promontorio si gode di una vista spettacolare sulle baie vicine.

La Gola di Gorropu e l’Altopiano di Golgo

La Gola di Gorropu, di origine erosiva, è il canyon più spettacolare d’Europa, nonché uno dei più profondi. La particolarità del luogo ha generato diverse leggende: si racconta che, dal punto più stretto della gola, dove le pareti verticali superano i 450 metri, potresti vedere le stelle in pieno giorno.

Ricco di importanti testimonianze storico archeologiche e noto soprattutto per la presenza di una spaventosa voragine carsica chiamata “Su Sterru” (una delle più profonde d’Europa fra quelle a campata unica), l’Altopiano di Golgo è un museo a cielo aperto: pozzi per celebrare riti ancestrali, domus de Janas, che attestano al Neolitico la presenza umana, tombe di giganti e quasi venti complessi nuragici, posti come sentinelle agli accessi della valle.

SICILIA

VEMACAR | PALERMO

Riserva Naturale dello Zingaro

Nel tratto di costa che va da San Vito Lo Capo a Castellammare del Golfo, in sette chilometri di natura incontaminata, si estende la Riserva Naturale dello Zingaro. Gli antichi greci e i latini la chiamavano Cetaria per l’abbondanza dei tonni che si incontravano nelle sue acque. Un paesaggio caratterizzato da rocce calcaree a strapiombo su un mare limpido e turchese, piccole insenature e spiagge di ciottoli bianchi, anfratti e grotte abitate fin dal Paleolitico superiore, come l’importante sito preistorico della grotta dell’Uzzo.

Oasi Faunistica di Vendicari

Tra Noto e Marzamemi si trova un angolo di paradiso incontaminato: la Riserva Naturale di Vendicari. All’interno della riserva, vive indisturbato un intero ecosistema. Dalla fitta vegetazione fitta si aprono un mare cristallino, spiagge lunghissime e dorate, che in poche centinaia di metri diventano rocce a strapiombo su un mare profondo.